Benvenuti in FERRARO S.p.A

cambio lingua

CONCATTEDRALE DI SAN BENEDETTO DA NORCIA

Lamezia Terme, Catanzaro

09 gen 2024
116

Descrizione generale

Un grande edificio di culto che svetta sobriamente nella moderna area di espansione di Lamezia Terme. La scelta di finiture sobrie e non appariscenti per l’aula ecclesiale e gli spazi per l’attività pastorale nasce dalla volontà di concentrare l’attenzione dei fedeli sui sacri segni. Il progetto prevede un uso sapiente e suggestivo dell’illuminazione naturale al fine di creare l’atmosfera più adatta all’azione liturgica.

Stato del progetto:

In corso

Tipo di intervento:

Realizzazione del complesso della Concattedrale della Diocesi di Lamezia Terme

Ente appaltante:

Diocesi di Lamezia Terme

Importo lavori:

€ 4.850.000,00

Progettista

Arch. Paolo Portoghesi

Ubicazione

Lamezia Terme

Specifiche dimensionali:

Imponente la dimensione dell’aula ecclesiale (45 x 32 mt), la cui copertura poggia, senza sostegni intermedi, sulle pareti d’ambito e su una serie di pilastri cilindrici.

Specifiche materiali e scelte tecnologiche:

La struttura adottata è mista in acciaio e cemento armato, per meglio rispondere alle possibili sollecitazioni sismiche e rendere più efficace e rapida la realizzazione della parte strutturale dell’edificio.

UN SIMBOLO CONCRETO DI SPIRITUALITÀ

Un grande edificio di culto, di assoluto rilievo architettonico, che porta la firma di Paolo Portoghesi. La Concattedrale è inserita in un’area di nuova urbanizzazione, che si colloca al centro dei tre poli cittadini che assieme costituiscono il comune di Lamezia Terme.

Il progetto è frutto di un concorso internazionale di architettura e prevede anche una sala convegni con oltre 1000 posti, un’ampia sala mensa per i più bisognosi e alloggi per persone e famiglie con difficoltà abitative. Sfruttando lo spazio antistante il sagrato, il complesso della concattedrale potrà ospitare fino a 140.000 fedeli.
La struttura, in acciaio e cemento armato, è progettata per offrire un impatto estetico di grande leggerezza, oltre che per fornire la migliore risposta alle sollecitazioni sismiche. Questo complesso sacro avrà un impatto sul territorio che andrà al di là della valenza urbanistica: sarà segno tangibile di una rinnovata tensione alla spiritualità. Per questo si è scelto di prestare particolare cura alla valenza semiotica delle scelte strutturali. Il minimalismo di forme e finiture conduce verso i segni sacri. L’altare, l’ambone, il fonte battesimale, il tabernacolo: qui si concentreranno i materiali e le manifatture di maggior pregio.

CONCATTEDRALE A LAMEZIA TERME, WORK IN PROGRESS, DAL DRONE